Protesi

 

La protesi è la disciplina clinica odontoiatrica che si occupa di riabilitare i denti persi attraverso l’uso di protesi dentali fisse e di protesi dentali mobili (rimovibili); questi manufatti protesici ridanno alla dentatura del paziente una forma e una funzione corretta.
L’odontoiatra può sfruttare la protesi dentale fissa sia per riabilitare un singolo dente, utilizzando intarsi, corone parziali, corone totali o faccette dentali, sia per riabilitare i pazienti che hanno perso più denti, attraverso ponti sostenuti da denti o impianti.
La protesi dentale mobile è impiegata solo nella riabilitazione di più denti e comprende la protesi parziale rimovibile, ovvero lo scheletrato, e la protesi totale rimovibile, comunemente chiamata dentiera.

La Protesi dentale fissa.
Nella riabilitazione di un singolo dente affetto da carie o fratturato, l’odontoiatra valuta la quantità di dente sano rimasto dopo la bonifica e la costruzione di una cavità ottimale per alloggiare un restauro; se la cavità è piccola, perché la carie era piccola, l’otturazione in composito è la scelta più indicata; se invece la quantità di dente rimasta non garantisce un’adeguata resistenza, sarà indicata una riabilitazione protesica o restaurativa ovvero un intarsio o una corona. Per riabilitare il paziente con questi manufatti sono necessarie più sedute: si comincia preparando la cavità sul dente, si prende poi l’impronta, e successivamente si cementa il manufatto costruito dal tecnico. Ottimi risultati estetici e funzionali (nonchè economici) si hanno con le corone in composito.
L’intarsio è il più piccolo dei restauri e si usa per piccole carie di solito limitate alla superficie occlusale del dente (superficie masticante).

Per le carie più grosse, e in generale in tutti i casi in cui il dente non ha più una resistenza adeguata come dopo la devitalizzazione, è necessario ricoprire tutta la superficie del dente con un manufatto chiamato corona protesica o corona totale. In questo modo le forze masticatorie vengono trasmesse alla radice e all’alveolo dentale (dov’è accolto il dente) in modo ottimale, preservando le strutture residue del dente.

Tra intarsio e corona totale vi sono le corone parziali che sono utilizzate quando estetica e resistenza del dente sono più tollerabili.

La faccetta in ceramica o in compisto si esegue principalmente sui denti frontali (incisivi e canini) e rappresenta la soluzione per chi pretende il massimo dell’estetica; le faccette dentali sono indicate in pazienti che vorrebbero correggere leggere malposizioni degli incisivi ma non vogliono portare l’apparecchio, nel caso di denti gialli o macchiati e nelle fratture del margine incisale.

Nel paziente parzialmente edentulo, ovvero a cui mancano uno o più denti, la protesi fissa offre una riabilitazione dal comfort eccellente perché cementata a denti naturali o impianti; la sensazione del paziente è quella di avere una dentatura del tutto naturale perché stabile ed esteticamente eccellente. In questo ambito l’impianto è la soluzione più performante e affidabile, soprattutto a lungo termine.

I ponti rappresentano un’alternativa di minor costo rispetto alle protesi dentali sostenute da impianti; nei ponti si sostituisce il dente mancante coinvolgendo il dente dietro e il dente davanti a quello perso. Questi due denti vengono ridotti (monconizzati) e poi rivestiti con una modellazione che riproduce la forma dei denti naturali, compreso quello perso. Per ottenere il massimo del risultato estetico Equipe utilizza abitualmente ceramica di ultima generazione su travata di zirconio.

La Protesi dentale mobile.
Le protesi dentali mobili sono sempre meno tollerate dai pazienti sia per l’imbarazzo che possono provocare nel poterle rimuovere sia per la paura che possano togliersi durante un normale colloquio; in verità una protesi dentale mobile costruita correttamente è stabile e si muove né durante la masticazione né durante il colloquio.

Il vantaggio principale è rappresentato dal costo delle cure dentistiche nel caso di una riabilitazione mobile, decisamente inferiore rispetto alla somma tra i costi dell’implantologia e il costo della protesi dentale. Un altro vantaggio è che il dentista può facilmente adattare la protesi parziale mobile ai cambiamenti della bocca nel tempo; se viene perso un dente è possibile modificare la protesi e aggiungerlo alla struttura metallica della protesi mobile.

Inoltre è possibile eseguire facilmente sia la ribasatura, ovvero il ripristino di un contatto uniforme e non traumatico tra gengive e protesi, sia la riparazione della protesi dentale mobile nel caso in cui si fratturi. È possibile eseguire protesi mobili parziali come gli scheletrati o protesi mobili totali ovvero dentiere e overdenture. Gli scheletrati (in termine tecnico le protesi parziali rimovibili) sono le protesi più versatili in assoluto e tra quelle dal costo minore. L’overdenture è un tipo di scheletrato ma molto più raffinato, estetico e funzionale; anche il costo protesico è superiore rispetto alle altre protesi mobili.

Info Utili

Via Costantinopoli 146/148

74026 Pulsano - TA

099 5339160

Convenzioni

I tuoi consigli sono importanti per noi. Lascia un tuo commento qui sotto.
 

Pubblicità

Ortodonzia Invisibile 

Scopri Invisalign